La spesa pesa di più e costa meno

Bra

Come riportato alcune settimane fa dal nostro giornale, anche sotto la Zizzola si è messo mano a una serie di azioni a contenimento degli aumenti del costo della vita. Accogliendo la piattaforma presentata da Cgil, Cisl e Uil, l’Amministrazione civica ha incontrato i rappresentanti della piccola e della grande distribuzione per promuovere interventi per contenere l’aumento dei prezzi dei beni di prima necessità.
Diversificate sono state le risposte degli operatori del commercio.
L’Ascom ha chiesto agli associati di aderire alla campagna promossa dalla Federazione dei pubblici esercizi di bloccare i prezzi sino al 28 febbraio, mentre anche i negozi di vicinato del settore alimentare hanno preso l’impegno di non incrementare i prezzi sino a tutto febbraio 2009, con esclusione dei prodotti legati a forti oscillazioni di mercato.
La grande distribuzione, rappresentata dal gruppo “Dimar” e dalla “Nova Coop”, ha previsto interventi importanti per salvaguardare la spesa.
I supermercati del “Dimar” (“Big store”, “Famila” e “Maxisconto”) aderiscono all’iniziativa nazionale di Federdistribuzione e si sono impegnati a non modificare i prezzi in un paniere di ventun prodotti di uso comune, mentre i supermercati “Nova Coop”, già impegnati a ridurre i prezzi di alcuni prodotti a marchio “Coop” seguendo le dinamiche di riduzione del costo delle materie prime e del petrolio, aderiranno a un’importante iniziativa nazionale che va nella medesima direzione.
Sono tre le principali azioni con cui il gruppo “Dimar” contrasta il caro vita, integrate grazie alle proposte del Comune di Bra.
Dal 2 maggio scorso il gruppo propone ogni settimana sconti importanti su prodotti di prima necessità (latte, pasta di semola, polpa di pomodoro, carta igienica, acqua minerale, ecc.), mentre dal 2 gennaio al 30 aprile bloccherà i prezzi di ventuno prodotti tra i più importanti nel carrello della spesa quotidiana: passata di pomodoro da gr 700 a 0,59 euro; candeggina da due litri 0,99; detersivo piatti al limone da ml 1250 a 1,48; liquido bucato a mano e lavatrice da 3 litri a 2,99; ammorbidente classico da 2 litri a 1,65; multiuso universale ricarica da 750 ml a 0,99; asciugatutto quattro rotoli a 1,98; carta igienica dieci rotoli a 2,29; pannolini baby a 3,90; olio d’oliva da un litro a 2,98; pasta nei formati normali da 500 gr a 0,59; tonno all’olio d’oliva in tre confezioni da 80 gr a 1,98; acqua minerale naturale e frizzante da un litro e mezzo a 0,26; bibite da un litro e mezzo a 0,63; biscotti da gr 750 a 1,39; riso Arborio da un kg. a 1,59; un litro di latte Uht parzialmente scremato a 0,98; formaggio da tavola a 7,20 al chilo; prosciutto cotto a 7,90 al chilo; caffè classico in confezione da due astucci da 250 gr a 2,99; succhi di frutta da un litro a 1,14.
Il gruppo contratterà con i fornitori per mantenere invariati i listini, verificando dove sia possibile diminuirli in base al costo delle materie prime.
Alessandro Revello, responsabile commerciale “Dimar”, dichiara: «Il gruppo opera sul territorio braidese dall’apertura del primo supermercato “Maxisconto” di piazza Valfrè, nel 1978, fino all’inaugurazione, nel maggio 2007, del “Big store”. Da sempre cerchiamo di coniugare qualità e convenienza e, in particolare, la competitività sui prezzi è il nostro punto di forza. Credo che la concretezza delle azioni adottate in questi anni sia apprezzata giorno per giorno dai nostri clienti e per questo lodiamo iniziative concertate come queste, poiché per noi sono un ulteriore stimolo al nostro modo di operare».
Giorgio Agosto, responsabile commerciale di “Nova Coop”, commenta: «Riguardo all’accordo richiesto dal tavolo di concertazione promosso dal Comune condividiamo il lodevole impegno per una giusta causa che ci vede già tra i protagonisti. “Coop” è da sempre attenta al contenimento dei prezzi e alla salvaguardia del potere d’acquisto dei soci e dei clienti. In un anno difficile come il 2008, si è prodigata a fondo sotto il profilo sia delle promozioni che della limitazione dei prezzi in relazione agli aumenti attuati dall’industria».
«“Coop”», prosegue Agosto, «si è impegnata a ridurre i prezzi di pasta, farina, burro, latte Uht e yogurt a marchio “interno”, in relazione alla diminuzione del costo delle materie prime e del petrolio. In questo contesto la “Coop” si aspettava da parte delle industrie un’analoga reazione. Ci troviamo invece di fronte a ingiustificate richieste di aumenti che non accetterà, come è stato comunicato sui principali quotidiani. Per quanto riguarda le offerte speciali, ogni settimana proponiamo numerose e convenienti promozioni su molti articoli, ma soprattutto su prodotti di prima necessità. Ai soci e ai clienti comunichiamo che stiamo preparando una forte iniziativa a livello nazionale, annunciata a breve, che risponderà alle aspettative non solo dei braidesi, ma di tutti i consumatori italiani».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: