Strage sulle strade di Alba e Bra: tre morti in una settimana

L’ultimo in ordine di tempo è Italo Battaglino, 37 anni, residente a Canale e titolare del bar “Sotto spirito” di via Vida, ad Alba. La sera di domenica scorsa viaggiava a bordo della sua moto sulla provinciale che dalla città delle cento torri conduce a Barolo quando, a Roddi, ha perso il controllo del mezzo, forse a causa del fondo stradale reso viscido dalla pioggia battente.
Caduto, è stato sbalzato, in prossimità di una curva, sulla corsia opposta della carreggiata dove sopraggiungeva la “Renault Megane” condotta da uno studente di 20 anni abitante a Pralormo.
L’impatto è stato violento e per il 37enne non c’è stato più nulla da fare, mentre il conducente dell’auto se l’è cavata con tre giorni di prognosi.
Italo Battaglino è la terza vittima registrata sulle strade della zona in una settimana.
Domenica 6 luglio in uno scontro frontale avvenuto a Santo Stefano Belbo, ha perso la vita Mario Bergero Bicci, un pensionato 74enne abitante a Neive. Ai soccorritori le sue condizioni sono parse subito gravi e l’uomo è deceduto durante il trasporto in ospedale. Viaggiava a bordo della sua Fiat Palio quando, a causa dell’alta velocità, una Ford Focus condotta da un trentenne ha invaso la sua corsia di marcia in prossimità di una curva. L’urto è stato inevitabile.
Giovedì, invece, Enzo Canavese è stato investito a Pollenzo. Poco dopo le 9, lungo la già malfamata strada provinciale 7, Il sessantaquattrenne Enzo Canavese, residente a Bra, stava attraversando la carreggiata quando è stato investito dall’Audi A3 condotta da S.G., un diciannovenne di Cherasco neopatentato. L’uomo ha urtato contro il vetro parabrezza dell’auto ed è stato trascinato per alcuni metri sul asfalto. Sul posto è intervenuta l’équipe del “118”, ma i tentativi di rianimazione non sono valsi a salvare la vita all’investito, deceduto per le gravi lesioni riportate. Il giovane conducente dell’Audi è rimasto illeso.
Sul posto sono intervenute tre pattuglie del servizio di pronto intervento della Polizia municipale di Bra per compiere i rilievi e accertare le responsabilità.
Il traffico nella zona è stato interrotto per oltre due ore e la vettura investitrice è stata sottoposta a sequestro giudiziario.
Del fatto è stato informato il sostituto procuratore di turno presso la Procura di Alba, Alessia Ceccardi.
Sono in corso le indagini da parte dei civich braidesi volte a stabilire l’esatta dinamica della tragedia.
La vittima era originaria di Garessio e abitava in via Gandino con la consorte, signora Elsa, e il figlio Daniele. I funerali si sono svolti sabato mattina nella chiesa di San Giovanni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: