Capolavoro hockey: alla Lorenzoni la coppa “Italia”

Cliccando qui o visitando la sezione “Speciali” a destra, nell’home page potrete accedere al reportage fotografico del trionfo della Lorenzoni Crb e dell’Hc Bra Ortobra Mondavi.

Bra

L’impianto sportivo “Augusto Lorenzoni” di Bra è stato nello scorso fine settimana, cornice dell’ultimo appuntamento del popolo hockeystico italiano senior: le final-four, maschile e femminile, di coppa Italia.
Grandi gioie sono ancora arrivate proprio dalle ragazze della Lorenzoni, che sono riuscite a fare loro il trofeo, mentre in campo maschile i ragazzi del presidente Palmieri, neo campioni d’Italia, non sono riusciti ad andare più in la di una terza posizione.
La stagione agonistica si chiude così per i braidesi con un po’ di rammarico per non essere riusciti nell’impresa di completare il grande slam, ma a conti fatti i due titoli indoor e prato cancellano rapidamente l’opaca prestazione di Coppa.
La semifinale di sabato ha visto i gialloneri affrontare i sardi del Suelli in una gara avvincente, che alla fine ha condannato i padroni di casa ad accontentarsi della finale per il terzo posto.
Il Suelli è infatti uscito dal campo vittorioso, con il risultato di 1-0 grazie ad una rete di Senis arrivata a metà del secondo tempo su deviazione, e a nulla sono valse tutte le occasioni create dal Bra che hanno impattato contro una squadra determinata a cancellare la delusione del campionato.
Forse i braidesi avrebbero meritato qualcosa di più, ma la formazione sarda ha saputo arginare le iniziative degli avversari con grande convinzione e colpire quando si è presentata l’occasione buona.
La finalina di domenica, contro il Bondeno, non ha avuto nulla da raccontare, se non due squadre che si sono affrontate con sufficienza e il finale di 4-2 per l’Hc Bra Ortobra Mondavi, ha regalato ancora una zona medaglia ai padroni di casa. A rete per i piemontesi, oltre che i soliti Massimo e Daniele Lanzano, anche Neusser, che esce dai pali per l’occasione e mette a segno una bellissima doppietta determinante per la vittoria finale.
La vera finale incorona invece il Suelli campione di Coppa, dopo un’altra prova di carattere contro la formazione dell’Hc Roma terminata anch’essa per 1-0 in favore proprio dei sardi.
Sicuramente la stagione si conclude con una prestazione non al cento per cento da parte del Bra, che avrebbe potuto con una vittoria in coppa portare a casa tutto quello che c’era in palio quest’anno, ma sicuramente questa piccola sconfitta non toglie nulla alla grande soddisfazione dei due scudetti vinti nei due campionati indoor e outdoor.
L’annata si chiude dunque con bilancio estremamente positivo di cui tutti sono soddisfatti, dal presidente Palmieri, ai tecnici Anania e Berrino, a tutta la dirigenza e le persone che sono state vicine alla squadra durante tutta la stagione 2007/2008. E finalmente ora, a giochi fatti, si può andare al riposo estivo con in testa l’Europa: i braidesi infatti grazie alla vittoria in campionato, accedono al prestigioso torneo dell’Euroleague, massima manifestazione di club del continente, conquistata dalla Hc Roma de Sisti nel corso di quest’anno.
Un particolare ringraziamento va anche agli sponsor che hanno dato alla società la possibilità di attrezzarsi per ottenere i risultati che da tanto tempo si rincorrevano e che ora finalmente sono diventati realtà.
Le notizie positive non mancano, comunque, grazie alla Lorenzoni Crb che nell’ultimo week end di giugno, al termine di una stagione lunga e tirata, centra il suo obiettivo vincendo la settima Coppa Italia della sua storia.
Non è stato certo facile, perché la finalissima la vedeva opposta al Cus Torino, squadra che aveva fatto un grande campionato e che, lì, l’aveva precedute di due punti in classifica .
In fase di semifinale di Coppa, il giorno prima, il Cus Torino aveva avuto il compito più difficile, quello di incontrare il Seneca San Saba di Roma mentre le braidesi, la giovane formazione sarda del Suelli.
Le torinesi di Roberto Picco non si erano lasciate intimorire e, con una grintosa partita avevano fatto proprio l’incontro vincendo 3-2 e si erano qualificate per la finale della domenica.
Le braidesi, che durante tutto il girone di ritorno di campionato, erano andate in crescendo, terminavano il match contro le sarde più agevolmente, imponendosi con un eloquente 6-1 con doppietta della Tosco e reti di Savenko, Carletti, Tablado e Quaranta. Ma la finalissima si prospettava dura perché, di fatto, opponeva le due squadre più in forma della stagione nonché le più motivate.
Ben sistemata in campo la compagine torinese attenta ad annullare la linea d’attacco della Lorenzoni, con attentissime Caravelli e Ludmilla Vyhanyayilo su Tosco e Savenko e con il tosto centrocampo argentino alla costruzione.
Erano subito le torinesi ad andare in rete con una deviazione fulminea di Irina Vyhanyailo al 13° e le atlete di Rolf Altherr e di Signorelli dovevano recuperare.
Metteva in gol la Savenko, ma l’arbitro si dimenticava di assegnare il vantaggio e fischiava un meno apprezzato corto a favore.
Era proprio il secondo corto agguantato dalle braidesi, però, a dare la gioia del gol, grazie all’ultimo tocco della Carletti che metteva alle spalle della pur attenta Charrier.
Il secondo tempo registrava un buon possesso di palla della Lorenzoni, due cartellini gialli, prima della Singh e poi della Rivero, ma era il Cus Torino ad agguantare i primi due corti che la Wybieralska non trasformava per un soffio.
Si andava così ai supplementari ed era al secondo minuto della prosecuzione, che Jasbeer Singh insaccava su azione di corner corto.
Bisognava tenere ancora cinque minuti e mezzo e così facevano le ragazze della presidente Gianna Fissore. Con questo silver gol si poteva festeggiare e raccogliere quanto il team nero-turchese aveva dato in impegno e qualità durante tutto il 2008.
Una ulteriore e grande soddisfazione poter accedere, in questo modo, alla Coppa delle Coppe poule A la prossima stagione!
Questa la formazione braidese che si è aggiudicata la settima coppa “Italia” della sua storia: Sara Sorial, Elena Carletti, Simona Berrino, Betta Nota, Paula Tablado, Valentina Quaranta, Nataljia Davidenko, Magdalena Rebollo, Stefania Tosco, Ilaria Signorelli, Zhanna Savenko, Jasbeer Singh, Gabriella Isnardi, Giulia Oberto, Sara Agrò, Delia Mattis.

Le m.m. & m.t.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: