L’Oltreferrovia chiede, il Comune ascolta

Bra

Mentre prepara la festa del prossimo fine settimana (ne parliamo a pag. 30), il Comitato di quartiere dell’Oltreferrovia non dimentica le istanze della cittadinanza per rendere più vivibile quell’area della città e, espletando le sue funzioni, se ne fa portavoce presso l’Amministrazione.
In particolare, durante una delle ultime riunioni del Comitato, si è provveduto a completare la “lista della spesa” per la quale richiedere l’intervento del Comune, ovvero l’elenco degli interventi da realizzare nel quartiere. Quelle indicazioni inviate in forma ufficiale al sindaco, Camillo Scimone, sono state discusse anche con l’assessore ai lavori pubblici, Gianfranco Dallorto, il quale ha garantito che saranno tenute nella giusta considerazione e realizzate compatibilmente con le risorse disponibili.
Tra le richieste del Comitato molte riguardano l’area verde di via Rosselli, e in particolare: la realizzazione di un’uscita di sicurezza fra il campo da calcio e il confine con la proprietà ex “Borri”, arretrando il muretto che la delimita («In questo caso», commenta il presidente, Cesare Agnelli, «abbiamo avuto la garanzia di un finanziamento»), la pavimentazione dell’area antistante la sede del Comitato di quartiere, il ripristino dell’intonaco della sede, la costruzione di un bagno a disposizione del Centro anziani e del porticato per la copertura del campo da bocce.
Per quanto riguarda questi ultimi interventi, prosegue Agnelli, «a fronte di un contributo per le spese dei materiali, il Comitato di quartiere si è impegnato a realizzarli, dopo averne valutata con gli uffici tecnici comunali la fattibilità dal punto di vista progettuale soprattutto per quanto riguarda il bagno».
Tra le istanze riguardanti l’area di via Rosselli a cui invece dovrà provvedere il Comune ci sono la realizzazione dell’attraversamento pedonale a fronte dell’area verde e delle strisce per delimitare il parcheggio lungo il campo da calcio di Via Rosselli.
Andando oltre quella zona dell’Oltreferrovia e guardando all’elenco di istanze rivolte al Comune si trova: il collegamento di via Claudiano con la traversa tra via Gabotto e corso Monviso («Ci è stato assicurato che il collegamento è fattibile, ma non in tempi brevi. Potrebbe essere inserito tra le opere di urbanizzazione e di collegamento del nuovo centro sportivo che si intende realizzare nei pressi di via Gabotto»); la sistemazione dell’area verde situata al fondo di via Claudiano, con potenziamento dell’illuminazione e la posa di arredo urbano; la realizzazione di parcheggi, marciapiedi e relative segnaletiche in via Gabotto. «In quell’area», continua Agnelli, «l’intervento non è consistente dal punto di vista economico eppure necessario per migliorare la viabilità. Sarebbe sufficiente provvedere alla stesura del manto d’asfalto».
Interventi importanti, ma non dal punto di vista economico, sono anche la sistemazione dell’area adibita a parcheggio in via Piumati (anche in questo caso sarebbe necessario rivedere il manto d’asfalto e provvedere alla ripartizione degli spazi) e la sistemazione dell’imbocco di via Cocito su via Cuneo, troppo stretto, soprattutto per i pullman.
Il completamento dell’asfaltatura di via Rolfo e via Monte Pasubio, la sistemazione della traversa verso piazzale Rolfo, la realizzazione di una rotonda tra via Rolfo e via Piumati e la modifica della rotatoria tra corso Monviso e via Antonio Rolfo, rendendola meno pericolosa, costituiscono l’elenco delle richieste da spuntare in quanto in avanzata fase di realizzazione da parte dell’Assessorato ai lavori pubblici.
Bisognerà ancora attendere, invece, per la modifica della pista ciclabile di corso Monviso, a proposito della quale, spiega Agnelli, «abbiamo chiesto lo spostamento del tracciato sulla sede stradale e dall’altro lato della strada, lasciando l’attuale pista ciclabile come marciapiede. Per le due ruote, infatti, quel percorso è troppo pericoloso e poco praticabile come ha confermato anche l’Assessore, dicendo che terrà in considerazione questa idea».
E tra i sogni nel cassetto del Comitato Oltreferrovia c’è quello di veder realizzata una rotonda tra via Cherasco e via Cuneo, «punto molto trafficato con continui rallentamenti e pericolosi ingorghi. Per la rotatoria ci sarebbero spazi sufficienti e senza dubbio quella soluzione contribuirebbe a regolamentare meglio il traffico».

Elisa Broccardo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: