Se il solare inquina il paesaggio…

Monforte

Il termine “ambiente” definisce il complesso delle condizioni in cui si svolgono la vita vegetale e animale e indica la natura intesa come insieme di fenomeni che vanno preservati nella delicatezza dei loro equilibri. Per arginare l’impatto che l’azione dell’uomo ha sull’ambiente, la quale spesso si traduce in inquinamento, la ricerca e la scienza propongono soluzioni alternative, ecologiche.
Ma “ambiente” significa anche, nella sua accezione più ampia, paesaggio, ovvero quel connubio di conformazione naturale e attestazioni storiche dell’esistenza umana.
E pure esso va preservato, per non cadere in quell’altra forma d’inquinamento che è l’impatto paesaggistico.
È quasi un controsenso, eppure ci sono casi in cui la tutela di una forma ambientale arreca danno all’altra.
Prendiamo i pannelli fotovoltaici: una soluzione ecologica, ma al tempo stesso impattante a livello ambientale soprattutto in quei luoghi, come i centri storici, che vanno mantenuti integri.
In attesa che la ricerca e la tecnica progrediscano (e lo stanno facendo con passi da gigante), per arginare l’impatto, prevenire brutture, anche se create “a fin di bene”, è un dovere di ogni amministrazione civica e, in quanto a energia solare e fonti alternative, è bene velocizzare la regolamentazione, considerate le agevolazioni proposte ai privati che optano per il fotovoltaico, le quali rendono più appetibile la scelta, e le leggi che impongono l’utilizzo di impianti solari o di fonti alternative di energia in una percentuale determinata in caso di nuove costruzioni.
Così la Comunità collinare della Langa e del Barolo ha predisposto un regolamento che, approvato dal Consiglio dell’ente, verrà adottato dai singoli Comuni e allegato al regolamento edilizio.
L’insieme di norme limita l’installazione di impianti fotovoltaici nei centri storici, imponendo che essi siano a integrazione architettonica totale, ovvero con i moduli integrati nei tetti e nelle coperture degli edifici e impedendo, in ogni caso, installazioni sulle pareti verticali. A integrazione architettonica totale, su tetti o pareti verticali, dovranno invece essere installati i pannelli in caso di nuova costruzione sulle altre aree del territorio comunale. In tutti gli altri casi sono ammesse installazioni parzialmente integrate, mentre sono vietati su tutto il territorio comunale impianti non integrati.
Inoltre, per l’installazione di impianti solari sarà necessario presentare il progetto, integrato alla richiesta di permesso di costruire o alla dichiarazione di inizio attività, al Comune di residenza completo di documentazioni e immagini che evidenzino i particolari di integrazione con l’ambiente circostante. e.b.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: